Durante la campagna elettorale nel collegio dove ero candidata (Roma2) mi sono occupata del tema delle demolizioni e delle modifiche di alcuni edifici del II municipio.
Insieme alla Presidente del II municipio Francesca Del Bello ho incontrato cittadini e associazioni assumendo l'impegno a fare in modo che le istituzioni competenti si adoperassero per fermare gli interventi e le demolizioni previste. Così è stato.

Il MIBACT ha annunciato il 30 marzo che “verrà avviata l’istruttoria per l’apposizione di una serie di vincoli paesaggistici a salvaguardia dei valori urbani e storici delle testimonianze urbanistiche post unitarie e dei primi decenni del XX secolo presenti a Roma, riguardanti in particolare i villini del Novecento nei quartieri più esposti al rischio di manomissione”.

Si tratta di una prima importante risposta alle preoccupazioni di tanti cittadini e delle associazioni che da tempo si battono per evitare che interventi urbanistici, di cui non si comprende l'interesse per la collettività, danneggino aree che rappresentano un pezzo importante di storia di alcuni quartieri di Roma.

Ringrazio il Ministro Franceschini e il MIBACT che, nell'inerzia del Comune, hanno voluto approfondire questa vicenda dando ascolto alle giuste preoccupazioni che venivano dal territorio.
Ora mi auguro che la vicenda si concluda definitivamente in tempi rapidi e che edifici così caratteristici vengano salvaguardati.