«Bene Landini. I dati prodotti dai cittadini dovrebbero essere un bene comune. Il Partito Democratico sta ponendo questo tema da tempo. Dobbiamo discutere con le big del tech uscendo da una logica incentrata meramente sulla leva fiscale: i dati che ogni cittadino "regala" alle multinazionali rappresentano una ricchezza enorme per la collettivita' e per realizzare politiche pubbliche piu' efficienti. E' il grande tema del presente e da un lato le istituzioni devono accelerare l'attuazione delle norme che consentano l'elaborazione e l'analisi dei dati pubblici, dall'altro la politica deve costruire una proposta seria sui dati gestiti dalle multinazionali che metta al centro la tutela del cittadino, i diritti individuali e il bene comune». Lo afferma la deputata e responsabile Innovazione della Segreteria nazionale Pd, Marianna Madia.