A conclusione degli incontri tecnici sull’attuazione della riforma della Pubblica Amministrazione, con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando abbiamo illustrato in una conferenza stampa a Palazzo delle Aquile i lavori che lo scorso 12 ottobre hanno coinvolto dirigenti e assessori del Comune di Palermo e tecnici del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione. In particolare, sono stati cinque i tavoli tecnici che hanno interessato i temi dell’attuazione: l’ingresso nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente, la carta di identità elettronica ed ancora la trasparenza, i sistemi di pagamento online e la partecipazione.

Nel commentare l’attività svolta negli ultimi mesi, il sindaco Orlando ha sottolineato come si sia voluto dare «concreta attuazione a una riforma in cui crediamo fermamente e fornito risposta a quello che sostanzialmente è il fine ultimo della Pubblica amministrazione: rendere servizi ai cittadini».
Quando è finita la lunghissima fase legislativa con oltre 23 decreti legislativi avevamo la consapevolezza che iniziava il potenziale e possibile cambiamento per le amministrazioni e quindi per i cittadini e diventare realtà concreta nella vita delle persone. Entrando a Palazzo delle Aquile ho visto un’insegna che invitava le donne che allattano ad andare in un luogo dedicato. Sono stata felice di vedere in una città del Sud il segno della democrazia dei diritti, della civiltà, dell’attenzione alla figura femminile in un periodo particolare della vita.