Sono stati adottati il Registro della Trasparenza e l’Agenda Pubblica, per rendere conoscibili gli appuntamenti del Ministro e del Sottosegretario con i cosiddetti “portatori di interesse”, cioè aziende, associazioni, soggetti privati che rappresentano interessi diffusi. Si tratta di un modello sperimentale, già adottato dal Ministero dello Sviluppo economico e utilizzato dalle Istituzioni Europee.