Prima Brunetta che archivia con un errore comunicativo ideologico lo smart working inchiodando la PA a un modello polveroso di organizzazione del lavoro.

Oggi Giorgetti parla della PA come di 'palla al piede' del Paese. Mi sembra partito un attacco al settore pubblico inspiegabile e retorico. Un film in bianconero già visto con la narrazione dei 'fannulloni', i blocchi assunzionali e quelli contrattuali. È una china sbagliata che indebolisce il Paese. Ricordo a tutti che i lavoratori pubblici sono i medici, gli infermieri, gli insegnanti, le forze dell'ordine e tutti coloro che hanno assicurato servizi essenziali nei momenti più difficili di questi mesi e anni. A noi serve un settore pubblico forte, competente e efficiente da valorizzare e potenziare. Si lavori in questa direzione piuttosto che parlare per luoghi comuni sulla stampa. Nessun vertice di una grande azienda si sognerebbe mai di andare in tv a insultare i propri dipendenti. Brunetta e Giorgetti facciano le cose e siano all'altezza delle responsabilità che hanno invece di lisciare il pelo ad una retorica stantia.