Non ci si può scandalizzare nel chiedere all'1% della popolazione italiana che ha un patrimonio di oltre 5 milioni di euro di darne un pezzettino a chi è più sfortunato per spese legate ad esempio alla formazione.
Noi siamo la sinistra ed abbiamo il dovere di rimettere in moto l'ascensore sociale.