L’identità digitale, la cittadinanza digitale, così come alcune fondamentali infrastrutture tecnologiche su cui il paese oggi può contare, sono state tra le scelte più felici del processo di riforma della Pubblica Amministrazione negli anni dei governi di centrosinistra. Se pensiamo solo al completamento dell’anagrafe unica nazionale (ANPR), alla fatturazione elettronica, alla piena diffusione dei pagamenti digitali verso la PA, al fatto che oltre 21 milioni di cittadini abbiano scaricato e ricevano servizi su IO, la App pubblica dei servizi digitali, e se guardiamo ad alcuni dei più recenti casi di successo nell’utilizzo di questi strumenti, come il “green pass”, sembra corretto dire che abbiamo preso la strada giusta e che bene abbiamo fatto a difendere quel percorso quando c’è stato bisogno.

 

La democrazia e la società digitale
Invalid URL for PDF Viewer